Prestito Poste con contratto a tempo determinato: migliori offerte del 2019

I prestiti sono solitamente uno dei metodi più semplici per ottenere una piccola somma per far fronte a delle spese impreviste oppure per avviare dei piccoli progetti personali. Oggigiorno però ottenere un prestito sta diventando sempre più difficile e complicato; considerando che la maggior parte dei lavoratori ha un contratto di lavoro a tempo determinato, è sempre più difficile trovare un istituto di credito disposto a concedere un prestito a chi ha un contratto di lavoro del genere. Di solito sia le banche che gli istituti di credito in generale sono molto più disposti a concedere prestiti e finanziamenti a soggetti che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Che dire quindi di chi non ha un contratto a tempo indeterminato? Deve rinunciare completamente all’idea di ottenere un piccolo prestito? Ebbene, non dovreste rinunciare. E’ vero che richiedere un prestito offrendo come garanzia un contratto a tempo determinato potrebbe essere più difficile, ma non è impossibile. Alcuni istituti di credito vi offrono la possibilità di ottenere un prestito anche senza un contratto a tempo indeterminato. Quindi a chi dovreste rivolgervi per ottenere un prestito del genere? Quali tipi di prestito potrete richiedere con un contratto di lavoro a tempo determinato? Quali sono i requisit da soddisfare e le modalità di erogazione e rimborso del prestito? Andiamo ad analizzare questi aspetti uno per uno.

Prestiti e finanziamenti con contratto a tempo determinato

Un prestito o un finanziamento consiste in una somma di denaro in liquidità ottenuta in cambio di garanzie che quella somma potrà essere restituita in un determinato periodo di tempo e pagando un certo tasso di interesse. Solitamente le banche, e gli istituti di credito in generale, chiedono come garanzia per il prestito un contratto di lavoro sicuro. Spesso viene richiesto proprio un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Ma la situazione attuale ha portato alla presenza in numero sempre maggiore i contratti a termine o a tempo determinato.

I contratti a tempo determinato hanno una durata ben precisa.Quando parliamo di questo tipo di contratti, quindi intendiamo contratti sia come lavoratori subordinati e autonomi. La caratteristica principale di questo genere di contratto è una fonte di reddito certa ma limitata nel tempo, quindi limitata alla scadenza stessa del contratto.

La maggior parte dei lavoratori subordinati ad un contratto a tempo determinato si trova quindi ad avere un reddito che gli fa da garanzia solo fino alla scadenza del contratto. Proprio per questo spesso è molto difficile ottenere un prestito, perchè la garanzia non è stabile nel tempo.

Se quindi avete intenzione di ottenere un prestito nonostante abbiate un contratto di lavoro a tempo determinato, dovrete tenere conto che si tratterà di prestiti che avranno delle caratteristiche specifiche. Inoltre dovreste mettere in conto che probabilmente potrete richiedere solo un certo tipo di prestiti ben precisi.

Caratteristiche di questi prestiti

Quali sono quindi le caratteristiche di un prestito con un contratto a tempo determinato? Ebbene, come abbiamo già anticipato precedentemente, questi prestiti avranno delle caratteristiche ben specifiche. Innanzitutto, si tratterà di prestiti caratterizzati da somme di denaro non particolarmente alte. Di solito, visto che è sempre il reddito del soggetto a fare da garanzia, al prestito, la somma che chiederete sarà soggetto alla scadenza e al tipo di contratto che avete.

Quindi è molto probabile che riuscirete a chiedere in prestito solo delle somme mini; somme che quindi riuscirete a ripagare nell’arco di tempo in cui anche il vostro contratto di lavoro durerà. Anche la durata del finanziamento sarà soggetta al contratto di lavoro a tempo determinato. Per esempio, se avete un contratto di lavoro di 18 mesi, probabilmente vi verrà offerto un prestito da restituire proprio nell’arco di quei 18 mesi. Questo perchè sia le banche che gli istituti di credito in generale, non concedono prestiti se non hanno delle buone garanzie di rimborso.

Quindi, ricapitolando, i lavoratori con contratto a tempo determinato, possono richiedere dei prestiti o dei finanziamenti. Questi prestiti però avranno per oggetto delle somme piccole, avranno una durata collegata alla durata stessa del contratto di lavoro, e saranno di solito a tasso fisso, un tasso abbastanza conveniente. Sono queste quindi le caratteristiche principali dei prestiti ottenuti con un contratto di lavoro a tempo determinato. Se le condizioni di cui abbiamo parlato in questo paragrafo risultano adatte alle vostre esigenze, allora potrete proseguire nel richiedere il prestito.

Prestiti con contratto a tempo determinato Poste Italiane

La domanda che sorge spontanea a questo punto è: a chi è possibile rivolgersi per ottenere un prestito con contratto di lavoro a tempo determinato? Una delle possibilità che avete è quella di richiedere un prestito a Poste Italiane. Poste Italiane offre una vasta gamma di prodotti finanziari con caratteristiche molto diverse che li rendono quindi adatti a varie esigenze e necessità.

Tra le varie proposte di prestiti e finanziamenti, ce ne sono alcuni caratterizzati anche da elementi che li rendono adatti e quindi richiedibili anche da chi ha un contratto di lavoro a tempo determinato. Per esempio, il Mini prestito BancoPosta oppure il prestito SpecialCash PostePay potrebbero essere due soluzioni adatte a voi.

Il Mini prestito BancoPosta è la soluzione ideale se desiderate ottenere una piccola somma per avviare qualche progetto, per far fronte a delle spese impreviste, o semplicemente per acquistare qualcosa di importante per voi o per la vostra famiglia. Il mini prestito BancoPosta è una soluzione pensata per i clienti Poste Italiane che sono già in possesso di una carta PostePay Evolution. Si tratta di una soluzione davvero semplice e comoda, infatti questo prestito si può richiedere con estrema facilità sia online che in qualsiasi Ufficio posta.
Il mini prestito SpecialCash PostePay è invece un prestito che vi permetterà di ricaricare la vostra carta PostePay o la vostra carta PostePay Evolution con un importo che va da un minimo di € 750 a un massimo di € 1500. L’importo prescelto andrà erogato direttamente su una carta PostePay di vostra scelta e potrà essere utilizzato in vari modi. Questo mini prestito ha delle caratteristiche che lo rendono perfetto per chiunque sia alla ricerca di un piccolo finanziamento che sia facile da richiedere e comodo da rimborsare.  

Requisiti per richiedere il prestito

Ma quali sono i requisiti richiesti per ottenere uno di questi prestiti? Andiamo ad esaminare per primi i requisti richiesti per ottenere il Mini prestito BancoPosta. Il mini prestito Bancoposta può essere richiesto da tutti i titolari di carta PostePay Evolution che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 76 anni non compiuti a fine rimborso. Inoltre chi richiede il prestito deve essere residente in Italia e avere un reddito dimostrabile. Inoltre potrete tranquillamente fare richiesta del mini prestito BancoPosta anche se non siete titolari di un conto corrente BancoPosta o di un conto corrente bancario.

Insieme alla domanda, dovrete presentare la seguente documentazione:

  • Documento d’identità in corso di validità
  • Tessera sanitaria
  • Documento di reddito

Passiamo adesso ai requisiti per ottenere lo SpecialCash PostePay. La condizione fondamentale per poter richiedere e ottenere questo prestito è il possesso di una carta PostePay, che sia normale o di tipo Evolution. Inoltre dovrete avere  un’età compresa tra i 18 anni e i 70 anni. Inoltre dovrete essere residenti in Italia. I documenti da presentare sono:

  • Documento d’identità in corso di validità
  • Tessera sanitaria
  • Documento attestante il reddito del richiedente

Una volta presentate domanda di richiesta del prestito e documenti, dovrete attendere l’approvazione del prestito da parte di Poste Italiane.

Modalità di erogazione del prestito

Una volta ottenuta l’approvazione del prestito, la somma che avete richiesto vi verrà erogata in un’unica soluzione mediante accredito sul vostro conto corrente postale o bancario oppure sulla PostePay di cui siete titolari. L’erogazione del prestito risulta quindi davvero semplice, pratica e veloce.

Tra i requisiti che abbiamo esaminato per poter richiedere il prestito c’è il documento attestante il reddito del soggetto. Per i lavoratori che hanno un contratto a tempo determinato, questo significa presentare il contratto di lavoro che hanno. In base al contratto di lavoro che presenteranno, è ovvio che Poste Italiane avrà il diritto di decidere e proporre il tipo di prestito più adatto a quel tipo di contratto.

Visto che anche Poste Italiane necessita di determinate garanzie prima di accettare una richiesta di prestito, è probabile che riuscirete a ottenere solo un mini prestito. Questo perchè, come abbiamo già esaminato, un contratto di lavoro a tempo determinato presenta delle difficoltà maggiori e quindi è soggetto a soddisfare determinate caratteristiche che possono risultare più rigide.

Modalità di rimborso del prestito

Per quanto riguarda invece le modalità di rimborso del prestito che richiederete, queste variano molto in base al tipo di prestito che riuscirete a ottenere. Il rimborso di solito avviene attraverso il pagamento di rate fisse mensile. Il pagamento può avvenire in diverse modalità:

  • Attraverso addebito su conto corrente postale o bancario
  • Attraverso addebito su carta di credito PostePay o PostePay Evolution
  • Attraverso il pagamento di bollettini postali mensili

Starà a voi scegliere la modalità di rimborso che risulterà più comoda per le vostre esigenze. Comunque, i tempi di rimborso dipenderanno dalla durata stessa del prestito. Più la somma ottenuta in prestito sarà alta, più la durata del imborso sarà maggiore. Ma, per quanto riguarda i mini prestiti che abbiamo preso in esame in questo articolo, la durata non sarà mai eccessivamente lunga.

Il motivo è da ricollegarsi alle  motivazioni che abbiamo esaminato in qualche paragrafo precedente. Trattandosi di un prestito richiesto presentando come garanzia un contratto di lavoro a tempo determinato, la durata del prestito verrà stabilita proprio in base alla durata del vostro contratto di lavoro. Quindi, molto dipenderà dal tipo di contratto che presenterete quando farete domanda per ottenere il prestito.

Altri tipi di prestito con contratto a tempo determinato

Ma, oltre a Poste Italiane, è possibile rivolgersi ad altri istituti di credito per ottenere un prestito con un contratto di lavoro a tempo determinato? Se non volete richiedere un prestito a Poste Italiane, potreste valutare altre opzioni a vostra disposizione. Tenete conto però che i prestiti con contratto a tempo determinato non vengono concessi da tutte le banche e da tutti gli istituti di credito. Alcune banche richiedono come requisito essenziale la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Comunque, alcune banche prevedono la possibilità di poter richiedere un prestito anche se si potrà presentare come garanzia solo un contratto a tempo determinato. Tra le varie opzioni disponibili, potreste valutare la possibilità di rinvolgervi a banche o istituti di credito che prevedono questa possibilità.

Come nel caso dei prestiti Poste Italiane che abbiamo esaminato, anche i prestiti concessi da altri istituti di credito saranno soggetti a delle limitazioni; queste limitazioni sono da associare proprio alla presentazione di un contratto di lavoro a tempo determinato come garanzia del prestito. Quindi, prima di presentare domanda, tenete conto del fatto che probabilmente riuscirete a ottenere dei prestiti caratterizzati da somme mini, da una durata abbastanza breve e offerti di solito ad un tasso fisso.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo preso in esame le varie opzioni a disposizione dei lavoratori, subordinati o autonomi, che hanno un contratto di lavoro a tempo determinato. Abbiamo compreso che avere un contratto del genere non preclude necessariamente  la possibilità di ottenere un prestito. Piuttosto la richiesta di un prestito con un contratto del genere è soggetta a delle limitazioni e ha delle caratteristiche diverse rispetto ad altri tipi di finanziamento.

Per ottenere un prestito con un contratto di lavoro a tempo determinato, dovreste rinvolgervi a banche o istituti di credito che prevedono questa possibilità. Le caratteristiche del prestito che andrete a chiedere saranno diverse, in quanto si baseranno sul contratto di lavoro che presenterete come garanzia della restituzione del prestito.

Abbiamo visto che Poste Italiane, con i suoi mini prestiti, potrebbe rivelarsi un’opzione vantaggiosa per chi ha bisogno di un prestito ma può presentare come garanzia solo un contratto a tempo determinato. I mini prestiti proposti da Poste Italiane sono una soluzione pratica e conveniente per ottenere una piccola somma in prestito. Dotati di flessibilità e di caratteristiche vantaggiose, questi mini prestiti potrebbe rivelarsi la soluzione perfetta per chi ha un contratto di lavoro a tempo determinato.
Ti è piaciuto il post?