Prestito personale Poste Italiane senza busta paga: migliore prestito personale del 2021

Poste Italiane diventa sempre più una banca all’avanguardia, che è sempre improntata a sostenere le esigenze economiche del cliente/lavoratore: la soluzione di prestito senza un piano salariale è  l’ideale nel clima della crisi generale.
Numerose questioni in difficoltà per ottenere un tasso più elevato di dipendenti già elevati senza un reddito indispensabile.

Con la nuova proposta dell’ufficio postale italiano, è ora possibile fare richiesta di un prestito anche proprietario di una carta posticipata, la carta prepagata ricaricabile, che è normalmente utilizzata per i pagamenti online o nei negozi, nelle pratiche e nei costi rapidi e senza costi a pagamento, ma solo per gli esborsi al bancone o per il carico, pari a 1 o 2 euro a seconda dell’operazione. Con Postepay si può accedere al credito, anche se non detiene un conto corrente all’ufficio postale italiano o in altri istituti bancari. Questo è possibile tramite lo SpecialCash Postepay in soluzioni di prestito personale per il lavoratore atipico senza un reddito comprovato.

Quali requisiti per il prestito senza busta paga con il SpecialCash PostePay

Questo può essere richiesto ad ogni ufficio postale italiano. Non è necessario alcun tipo di garanzia e può essere accessibile da cittadini italiani e stranieri (fino a quest’ultimo, è richiesta la performance di un certificato di reddito, passaporto o permesso di soggiorno). Per ottenere il prestito speciale, è necessario mostrare:

Il postpagato in cui è accreditato il suo prestito; Carta d’identità; Età tra 18 e 70 anni; Tessera sanitaria; Certificato di reddito, passaporto e permesso di soggiorno valido se il richiedente non è un cittadino italiano.

Cosa significa “senza busta paga”

In questo termine non significa che ciò non sia necessario per la concessione del prestito di avere denaro: è una situazione utopica, facile da capire. Infatti, non è possibile accedere senza risarcimento senza avere una remunerazione, ma non è coinvolto, ma questo non coinvolge un documento che vada a dimostrare lo stipendio. Per questo motivo, le istituzioni bancarie sono conformi ai dipendenti che ricevono un reddito con una documentazione certificata dal foglio di pagamento: un esempio è il Cud.

Un lavoratore senza busta paga ha un reddito non dimostrabile, ma ha una remunerazione, come i lavoratori con contratti di lavoro atipico, cooperazione continua o fissa, contratti di progetto o Co. Co. Co. Questo tipo di lavoratore assorbe un risarcimento con cui hanno l’opportunità di pagare i tassi di prestito, ma non una ricevuta di pagamento. Alla fine dell’anno avrai un documento di reddito. Ciò consente di ricevere un prestito personale del tipo di prestito

Nota che colui che lavora con un contratto fisso o stagionale può richiedere un prestito senza una busta paga dimostrabile (valutazione precedente della sua situazione di reddito) con un periodo di rimborso della durata massima del suo contratto di lavoro.

Come funziona il prestito SpecialCash Postepay per chi non ha un busta paga

Il prestito SpecialCash Postepay è una soluzione pratica e conveniente per tutti coloro che hanno una PostePay o che al momento della scelta di questo tipo di prestito, decidono di disegnare questo contratto. Tutta la somma di denaro che viene richiesta, viene poi a sua volta accreditata su Postepay, pronta per essere utilizzata in conformità con le esigenze del soggetto beneficiario.

Il prestito pagato dell’ufficio postale italiano include un prestito con 3 strisce scelte dall’ufficio dei contratti con i clienti in base ai costi che devono essere mantenuti; Sulla base della somma di scelta, il piano di ammortamento e l’interesse ovviamente varia. Il prestito speciale inizia da un minimo di 750 euro a 1. 500 euro, compresa la categoria di piccoli prestiti personali, accessibile a tutte le categorie di lavoratori, con un contratto da 15 a 24 mesi.

Il prestito in questione non richiede alcun tipo di garanzia quando si sottoscrive il finanziamento e l’importo fornito può essere restituito tramite bollettino postale o, se si sono in ritardo, attraverso il proprio account corrente.

Quali sono i costi di questo prestito

Il costo mensile di questa formula di finanziamento varia in base al capitale versato e alla durata del prestito. La prima tassa di bollo è di 14,62 euro e un bollo a rotolo è di 1,81 euro. Per quanto riguarda la spesa per commissioni fisse mensili, sarà diversa in base alle parentesi sopra riportate: la formula per 15 mesi è 4,50 al mese; 20 mesi è 6 euro e 24 mesi è 9 euro. Il costo totale è di 83,93 euro; ogni fascia è di 136,43 euro e 232,43 euro.

Il prestito  è rimborsabile in rate mensili in base al piano che hai scelto stabilendo il contratto attraverso conto corrente o semplice bollettino postale.
Se si sceglie il metodo di pagamento nel bollettino postale, è utile ricordare che le spese del bollettino sono assunte dal beneficiario del prestito, non rimborsabile e per il quale aggiungere spese/costi aggiuntivi di questo tipo di prestito senza busta paga.

Si può ottenere senza PostePay?

No, il prestito senza la valutazione speciale del libro paga è stato progettato per garantire un’operazione confortevole e semplice nell’accreditamento di tutta la somma del capitale richiesto, proprio in questo tipo di carta, garantendo la possibilità di lavoratori senza un reddito dimostrabile per beneficiare di a Piccola somma di denaro per supportare le spese impreviste, acquistare beni e servizi con un prestito che non richiede garanzie e rapide al momento dell’ottenimento.

Pertanto, prima di poter accedere al prestito da Cash SpecialCash, pertanto, richiedere la PostePay in qualsiasi ufficio postale che ha un costo di soli 5,00 euro e deve essere ricaricato almeno 10 euro: ciò significa che quando si acquista il post di 15 euro e sulla carta prepagata avrai già un credito di 10 euro. Per coloro che desiderano avere maggiori informazioni, puoi anche controllare il sito ufficiale di Poste Italiane che offre tutte le informazioni relative all’attivazione di una PostePay.

Consigli finali

Infine ci teniamo a consigliare il fatto che prendere un tale impegno di prestito, è molto delicato, infatti vi è bisogno di dover prendere in considerazione di affidarsi a uno specialista che saprà offrire le giuste informazioni e adeguati consigli dopo le dovute valutazioni del singolo caso. Affidarsi quindi ad uno specialista, quale un commercialista o un avvocato, in quanto saprà effettuare le dovute considerazione e adeguare le scelte secondo le proprie necessità.

Ti è piaciuto il post?