Postepay Evolution: offerte di prestito nel 2021

Hai bisogno di liquidità e non sai come farlo? Non avere paura, c’è un prestito Postepay Evolution. Un piccolo prestito, marchiato con il marchio Poste Italiane, è facile da acquisire: il primo requisito, ma anche scontato, è ovviamente quello di possedere una carta di questo tipo (prepaid). L’importo viene poi trasferito in brevissimo tempo. Un viaggio, un acquisto o qualsiasi altro progetto per te e la tua famiglia non sarà più un sogno impossibile. Devi richiedere un mini prestito Banco Posta presso qualsiasi ufficio postale, anche il sabato mattina. Personale qualificato sarà sempre a tua disposizione per rispondere alle tue domande e soddisfare ogni curiosità sull’argomento.

Prima di approfondire le specifiche di Postepay Evolution, diamo una breve occhiata a come funziona la nuova carta ricaricabile di Poste Italiane. Questa è una carta che ti permette di riconoscere il tuo stipendio sulla carta così come ha il codice Iban. Il codice va segnalato al datore di lavoro, che potrà quindi pagarci lo stipendio direttamente sulla carta Poste Pay. Un altro valore aggiunto di questo nuovo prodotto di Poste Italiane, che ha già ricevuto un forte riscontro nel nostro Paese, è che può essere utilizzato in tutti i punti vendita del mondo. Ovviamente è imperativo che le attività rientrino in un contratto con Mastercard. Uno dei servizi più utili di Postepay Evolution quindi è il pagamento contactless. Fino a 25 euro nei negozi abilitati, possiamo effettuare un pagamento semplicemente tenendo la nostra carta contro il rilevatore. Non sarà necessario inserire un codice PIN; un vantaggio per chi ha una memoria particolarmente corta.

Con la carta Postepay Evolution, i clienti di Poste Italiane possono gestire i propri fondi in modo semplice e comodo. È infatti possibile effettuare o ricevere bonifici e pagare bollette. Con questa carta puoi anche richiedere un piccolo prestito e ricevere una somma di denaro nel minor tempo possibile.

Il prestito di Postepay Evolution

Il primo passo è richiedere una carta di ricarica Postepay Evolution: recati in uno dei tanti uffici postali in Italia e prosegui. Per chi non sa dove sia la filiale più vicina da casa, può visitare il sito di Poste Italiane e inserire il nostro indirizzo o anche il CAP. Tutti gli indirizzi da visitare verranno visualizzati sulla mappa. Richiedere un prestito significa fissare prima un appuntamento e poi inoltrare la richiesta senza dover attendere ore. Il consulente postale italiano sarà a nostra disposizione in qualsiasi momento e chiarirà ogni dubbio. La stima del prestito è gratuita. Una volta stabilito quale tipologia di prestito è adatta alle nostre esigenze e determinato l’importo di rimborso mensile, dobbiamo compilare il form per ottenere il mini prestito personale Bancoposta.

Se non vengono riscontrati problemi, il pagamento verrà effettuato entro poche ore. Tale importo verrà accreditato sulla nostra Postepay Evolution. Possono essere richiesti tre importi: 1.000 euro, 2.000 euro e 3.000 euro. Il periodo di rimborso è di 22 mesi. Vediamo ora quali sono i requisiti fondamentali per ottenere un mini prestito BancoPosta. Se sei titolare di una carta Postepay Evolution puoi richiedere questo finanziamento se hai un’età compresa tra i 18 ei 76 anni al termine del rimborso e risiedi in Italia e generi reddito da lavoro / pensione dimostrabile in Italia. Questo non significa necessariamente uno stipendio. Possono richiedere ed ottenere mini credito BancoPosta anche persone che lavorano in autonomia, studenti che abbiano presentato il permesso di soggiorno dell’anno precedente, disoccupati o casalinghe. Una garanzia pensata per dimostrare la loro capacità di rimborsare il debito relativo al prestito.

Per richiedere un mini prestito BancoPosta, che tipo di documenti devi portare? Quindi ricorda che hai bisogno di un documento d’identità valido, tessera sanitaria e una prova di reddito. Per i cittadini stranieri sono inoltre richiesti i seguenti documenti: passaporto ed eventuali altri documenti di identità presentati, carta di soggiorno o permesso di soggiorno in corso di validità, documenti comprovanti che risiedi in Italia da almeno 12 mesi (se sei dipendente) o da almeno 36 mesi (se sei un lavoratore autonomo), un documento attestante che hai lavorato ininterrottamente con lo stesso datore di lavoro per almeno 12 mesi.

Un piccolo prestito PostePay Evolution ti permette di richiedere fino a 3.000 euro e, se approvato, verrà accreditato direttamente sulla tua carta PostePay Evolution. La durata del prestito è fissata: 22 mesi. Il pagamento rateale è rimborsabile mensilmente e può essere effettuato tramite addebito diretto sulla propria carta Postepay Evolution o conto corrente Bancoposta. I clienti di Poste Italiane possono inoltre acquistare un’assicurazione facoltativa per tutelare se stessi e le proprie famiglie e sostenere serenamente i propri progetti.

Dopo aver firmato il contratto di prestito, verrà selezionata anche la modalità di pagamento. Ovviamente, questo può essere fatto automaticamente dalla carta, o anche tramite documenti postali. Oltre all’importo pagato, vanno considerati anche gli interessi attivi. Inoltre, un’altra importante possibilità che non può essere ignorata è l’obbligo di rimborsare il prestito evolutivo post-pagamento il prima possibile in qualsiasi momento. L’operazione è molto semplice: devi inoltrare la tua richiesta a Poste Italiane, poi pagare a rate e saldare l’importo residuo comprensivo degli interessi. Ovviamente l’utilizzo di questa opzione equivale a dover pagare un tasso di interesse inferiore all’interesse che generiamo durante la durata residua del prestito effettivo.

Se non hai uno stipendio, o anche una pensione, non devi arrenderti. Recati presso l’ufficio postale più vicino a casa tua ed esprimi la tua volontà di richiedere un prestito Postepay Evolution. Sarai sicuramente soddisfatto della risposta del consulente. Puoi chiedere un prestito senza dubbio. Oltre ai documenti necessari, puoi portare anche un altro documento comprovante che il reddito ovviamente non è stipendio. Questo è il caso dei lavori saltuari o delle persone il cui reddito è correlato ad affitti di case, negozi o capitali investiti.

Postepay Evolution

La carta è una carta prepagata, ma è più evoluta grazie a determinati servizi e caratteristiche, il che spiega anche il nome “evoluzione”, perché in realtà è evoluta da PostePay Standard (gialla). Secondo gli ultimi dati forniti dalla stessa Poste Italiane, la carta ha attualmente 7 milioni di copie in Italia, quindi è la carta prepagata per iban più utilizzata in Italia, in un mercato completamente dominato da Poste Italiane, non in PostePay Standard. Quasi 17 milioni di carte sono state emesse.

Ti è piaciuto il post?